Consumi energetici ed abitudini

Consumi energetici ed abitudini

Le abitudini influenzano i consumi energetici? La risposta è un energico si! 

Ogni occupante stabilisce, nell’utilizzo di casa sua, qual è il valore ottimale di temperatura e quindi va a regolare corrispondentemente i cronotermostati (se sono presenti). 

Fino a qualche decennio fa la maggioranza delle persone viveva in condomini in cui non si poteva decidere quanto riscaldare e ci siamo quindi abituati che l’impianto di riscaldamento non va maneggiato. Negli anni invece, la necessità di risparmiare ed anche l’introduzione di una corretta contabilizzazione delle spese condominiali, ha portato alla separazione, in moltissimi condomini, degli impianti di riscaldamento, oppure ad una corretta contabilizzazione con quindi la necessità del singolo di poter fare delle regolazioni che possono modificare i propri consumi. 

Oggi è richiesto che ogni occupante faccia una regolazione pensando al proprio comfort termico, ma anche pensando alle proprie bollette. Ma è in questo ambito che ci può aiutare la tecnologia

Moltissime case sono ancora regolate da un unico termostato, spesso impostato ad un valore fisso sette giorni su sette, con l’occupante che alza od abbassa la temperatura in base alle necessità del momento. Sistemi moderni permettono di regolare la temperatura stanza per stanza, anche in presenza di case molto datate (utilizzando ad esempio valvole termostatiche) ed iniziando a modificare le abitudini degli occupanti, al fine di riscaldare solo le zone in cui è necessaria una temperatura maggiore. 

Va inoltre analizzato un altro aspetto, il cosiddetto “effetto rimbalzo” 

Nell’economia dell’ambiente e dell’energia, in particolare nell’ambito del risparmio energetico, l’effetto rimbalzo si verifica a seguito dell’introduzione di tecnologie efficienti e si riferisce a specifiche risposte comportamentali che tendono a ridurre o annullare gli effetti benefici attesi dagli interventi di efficientamento adottati. 

Per esempio, se domani si dimezzasse il costo del riscaldamento non si dimezzerebbero i consumi, perché le persone, vedendo il calo della spesa aumenterebbero il comfort aumentando la temperatura impostata. Ciò succede anche se facciamo un intervento di coibentazione dell’involucro e sostituzione delle finestre, migliorando la classe energetica della casa, l’occupante cambierà le proprie abitudini annullando in parte i benefici che in teoria doveva ottenere.  

La risposta è avere la casa regolata da un sistema automatico che non si faccia influenzare da queste componenti ed inoltre ci consigli sempre un comportamento virtuoso, andando a compensare i tentativi istintivi di consumare di più. Questo perché sono le abitudini il peggior nemico del risparmio, ma possono essere anche il miglior alleato ed allora dobbiamo sposare una tecnologia che ci possa influenzare positivamente, con consigli diretti, oppure con un cruscotto che ci dia una rapida consapevolezza di cosa succede e cosa migliorare.

Stiamo parlando dei sistemi di building automation

Elettrone assieme a Delta Dore ha sviluppato EBBY DD.
EBBY DD è la piattaforma di building automation più evoluta sul mercato, perché comprende molte funzionalità che fino ad oggi non appartenevano al mondo della building automation, perché abbiamo come partner Microsoft che ci permette di essere all’avanguardia nella gestione in sicurezza dei vostri dati.
EBBY DD è rivolta al futuro, è una piattaforma in continuo sviluppo che a breve porterà in casa dei nostri clienti innovative tecnologie di gestione ed analisi che ci permetteranno di godere di nuovi servizi ed ulteriore efficienza.

Contattaci per ulteriori informazioni!